Recupero crediti e regioni italiane

Recupero crediti e regioni italiane

Recupero crediti su base regionale: il risultato dei dati estrapolati dall’Ottavo rapporto annuale UNIREC

Le indagini contenute nell’ottavo rapporto annuale dell’associazione UNIREC hanno permesso di ricostruire una geografia italiana del recupero credito, che analizza i numeri del settore sulla base dei confini regionali.

 

Mentre le performance del recupero crediti, in quasi tutte le regioni, si attestano a due cifre, dallo studio scopriamo che il primato negativo va alle Marche. È in questa regione, infatti, che si riscontra il recupero crediti più difficoltoso di tutta Italia, con il suo 5,8%, in controtendenza rispetto al resto del paese, che presenta percentuali minime di molto superiori: basti pensare all’oltre 9% registrato in Campania.
Non è l’unico dato interessante dei dati ottenuti dal rapporto UNIREC: pare infatti che le regioni con le migliori performance circa la restituzione dei debiti contratti risultino essere quelle a statuto speciale. Al primo posto, troviamo la Valle D’Aosta, con una percentuale del 23%.

 

“Dai dati aggregati che abbiamo, emerge anche un altro dato” – fa notare il presidente di UNIREC, Francesco Vovk – “e cioè che il reddito pro capite è diminuito; quindi, le famiglie hanno difficoltà a ripianare i debiti contratti con banche ed assicurazioni”.

 

Questo è, dunque, il quadro italiano circa il recupero crediti nel nostro Paese, una situazione che sicuramente lascia molti spunti di riflessione ma che soprattutto apre la strada a diverse opportunità di miglioramento ed ottimizzazione nel settore.

 

Condividi su:

Leggi anche: