Vantaggi della fatturazione elettronica per il recupero crediti

Vantaggi della fatturazione elettronica per il recupero crediti

Vantaggi della fatturazione elettronica nel settore del recupero crediti: un iter più facile e veloce

Il sopraggiungere del nuovo obbligo di fatturazione elettronica previsto all’inizio del nuovo anno ha sollevato non poche preoccupazioni. Si è temuto per gli importanti cambiamenti in ambito amministrativo e professionale che il nuovo obbligo avrebbe comportato, e sulle difficoltà di gestione ed utilizzo di uno strumento per certi versi nuovo e ancora piuttosto controverso.
La novità ha infatti richiesto a professionisti, commercialisti e aziende di dotarsi dei necessari strumenti informatici per gestire al meglio i nuovi processi, evitando errori e inadempienze che rischierebbero di sfociare in sanzioni da parte dell’Agenzia delle Entrate.
Nonostante le prime diffidenze, il nuovo obbligo di fatturazione elettronica si è rivelato uno strumento piuttosto utile per le imprese, soprattutto per quanto riguarda il ritardo dei pagamenti da parte di clienti e fornitori.
In passato, infatti, era plausibile che, talvolta, non si ricevessero le tradizionali fatture, a causa di diversi fattori quali disguidi postali, errori di compilazione nella casella del destinatario, mail inavvertitamente dirottate in spam, e così via.
Grazie alla fatturazione elettronica, invece, ciò non può più accadere, in quanto il destinatario è tempestivamente sollecitato al pagamento dal Sistema di Interscambio, che segnala automaticamente l’arrivo della fattura.
Ciò rappresenta un importantissimo vantaggio per i creditori, soprattutto in termini di tempo e di snellimento dei processi di recupero crediti.
Se, infatti, il debitore non paga malgrado la verificata ricezione della fattura, allora è possibile subito avviare la pratica per il recupero dei crediti, prima per via stragiudiziale e poi, se necessario, per vie legali, senza più dover verificare che si tratti effettivamente di un semplice disguido dovuto alla mancata ricezione della fattura.
La fattura elettronica inoltre, non richiede più l’intervento ulteriore di un notaio per la conferma della sua regolare tenuta. Infatti, la fattura elettronica è un documento immodificabile ed autentico.
Nel caso in cui il debitore dovesse presentare un’opposizione alla richiesta di pagamento, allora il creditore procederà in maniera tradizionale, presentando tutte le prove del caso che avallino la propria legittima pretesa.
La fatturazione elettronica, dunque, permette di semplificare e velocizzare l’attività di recupero crediti a vantaggio delle tante piccole e medie imprese che accusano problemi di liquidità e di bilancio a causa del ritardo dei pagamenti da parte dei clienti.
Per ottimizzare ulteriormente costi e procedure per la gestione ed il recupero del tuo credito, affidati ad un recupero crediti professionale e qualificato.
Contatta Studio PTF per maggiori informazioni.

Condividi su:

Leggi anche: